Dimenticare un uomo, cosa fare?

 
donna-in-liberta1-667x500

Dimenticare un uomo, cosa fare?

Pubblicato da Annunci-Single in Love 20 Ott 2016

Una relazione finita per volere di uno solo dei due, un amore non corrisposto o rivolto a un uomo impegnato. Di esempi di amori finiti male, o comunque finiti, ne è piena la storia. Eppure, quando si interrompe una relazione o si soffre perché lui non è coinvolto e non ricambia il sentimento, il dolore può essere insopportabile, manca il fiato, fa male il cuore e l’angoscia non ti abbandona mai.

UN TAGLIO NETTO

È necessario imparare a non alimentare il dolore attraverso l’adozione di una serie di strategie che consentano di pensare meno e agire di più. Una delle prime cose da fare, secondo l’esperta, è dare un taglio netto allo stimolo della sofferenza.

Quando finisce una storia d’amore e se un amore non è corrisposto, è necessario operare una chiusura netta: non si resta amici, non ci si sente, non ci si inviano messaggi e non si “spia” l’amato sui social network. Tutte queste azioni, infatti, altro non farebbero che riaprire in continuazione la ferita allontanando sempre più la guarigione. Il meccanismo assomiglia del tutto a quello che sottende altri tipi di dipendenze. Ed è importante uscire dalla dipendenza, riprendendo in mano la propria vita.

CONCENTRARSI SU DI SE’

Oltre a operare una chiusura netta con il passato, è importante ri-centrarsi su di sé: uscire con le amiche, camminare, riprendere a fare quello che si faceva prima. È fondamentale “fare”: l’azione, infatti, è il più potente antidoto contro il pensiero rimuginativo.

Insomma, il motto è “pensare di meno, agire di più“. All’inizio si farà molta fatica e sarà doloroso, ma la guarigione è davvero a portata di mano. Non si tratta di soffocare o annullare il dolore, ma di non alimentarlo attraverso pensieri negativi. Il dolore è lì, esiste, però è necessario riprendere in mano la propria vita.donna-in-liberta1-667x500

FacebookTwitterGoogle+

Commenta

promo-donna40-55